techne studio home page techne progetti strutturali techne studio contatti studio techne curriculum ing antonio girelli zubani e ing abramo mensi techne studio home page
progetti studio techne

elenco completo progetti studi ingegneria techne
   

REALIZZAZIONE DI PARCHEGGIO SU AREE DEMANIALI A SERVIZIO DEL PORTO TURISTICO DI “PRATO DELLA FAME” - COMUNE DI TIGNALE

L’intervento consiste nell’ampliamento del parcheggio a servizio del piccolo porto turistico di “Prato della Fame”, mediante la realizzazione di una piattaforma a lago. Il progetto architettonico, elaborato dall’Ufficio Tecnico del Consorzio dei Comuni della Sponda Bresciana del Lago di Garda e d’Idro, prevede un’espansione dell’area carrabile di circa 12 m verso lago per una lunghezza di circa 50 m.
Il progetto strutturale, elaborato da Techne, ha risolto i problemi connessi con le caratteristiche geologiche e morfologiche del sito, particolarmente impegnative, tenuto conto anche della  caratterizzazione sismica del luogo e della esposizione del nuovo manufatto al moto ondoso.
La struttura consiste in una platea di calcestruzzo armato con fondazioni profonde costituite da pali trivellati di medio-grande diametro, eseguiti sotto il livello di falda.

 

   
 

Progettazione strutturale dei dispositivi di sicurezza mediante calcoli non lineari per comportamento dei materiali e per grandi spostamenti e deformazioni, con materiali diversi (acciai da carpenteria, acciaio inox, leghe di alluminio, ottone, ecc).
anni 2010 - 2012.

 

VERIFICHE, ACCERTAMENTI E PROVVEDIMENTI PER LA SICUREZZA DELLA TRAVERSA DI SBARRAMENTO

Comune di Pontey (AO)
Committente: Sorgenia Idro S.r.l.
Progettista: Studio Frosio (BS)
Consulenti per il consolidamento strutturale della traversa: Techne Studio Associato   

L’impianto idroelettrico ad acqua fluente, denominato Pontey II, è collocato lungo l’argine destro della Dora Baltea, in località Pontey.  I manufatti principali che compongono l’impianto sono l’opera di presa, il canale di adduzione e di carico, la centrale di turbinaggio, il canale di restituzione dell’acqua a fiume.
L’opera di presa è costituita dalla traversa di sbarramento, che forma il bacino artificiale, dalla paratoia adiacente allo sbarramento che serve per il controllo del deflusso d’acqua nel fiume, dalle bocche di presa che convogliano l’acqua dal fiume al canale di adduzione, dalla platea di scarico che raccorda il bordo sfioratore del canale di adduzione al fiume.

 
 

Cosenza
Committente: CO.GE.I.S.

Il complesso sportivo esistente della piscina comunale di Cosenza copre una superficie di  3850 m2 , di cui 2.750 m2  relativi al corpo principale e  dispone di  quattro vasche coperte e di una vasca scoperta  per il nuoto da 50,0 x 25,0 m, attrezzata con piattaforme per  tuffi fino a 10 m. Il progetto di  potenziamento del centro natatorio comprende la realizzazione di una  vasca coperta per nuoto e pallanuoto da 33,0 x 25,0 m e piccola palestra specialistica per la preparazione alla disciplina dei tuffi, collegata funzionalmente alle vasche esistenti. Inoltre prevede anche l’aggiunta di alcune infrastrutture per lo sviluppo e la diversificazione delle attività di gestione, quali una foresteria sportiva con venti stanze e servizi annessi, il centro per il benessere, un’aula per la didattica e i convegni, una nursery e una piccola attività commerciale. Il complesso degli edifici in progetto occupa una superficie di 2.913 m2 e sorge sull’area interna al complesso sportivo.

 
 

Comune di Turano Lodigiano (LO)
Committente: Pisa Costruttori S.p.A.

Progettazione dell’involucro esterno in c.c.a., del basamento di fondazione appoggiato su pali di grande diametro e delle due “canne” interne in acciaio.
L’altezza del camino è 100 m.

 

Carlentini (SR)
Committente: Sicilia Golf Resort

Il nuovo insediamento turistico alberghiero “Golf San Leonardo” nel comune di Carlentini (SR) è composto da quattro corpi: le residenze o alloggi, l’albergo, la club house e la portineria.
Dal punto di vista strutturale, le residenze o alloggi si possono suddividere in tre tipologie; l’albergo è suddiviso in 5 corpi indipendenti.

 
 
 

Taormina (ME)
Committente: Offside S.r.l.
anno 2007

Il nuovo insediamento turistico alberghiero “Golf dell’Alcantara – comune di Taormina (ME) è composto da due principali corpi: le residenze o alloggi e la portineria.
Dal punto di vista strutturale, gli alloggi o residenze si possono suddividere a loro volta in quattro tipologie: A1 e  A2 - B1 e B2.
L’organismo strutturale della tipologia B1 è costituito, in direzione x (longitudinale), da un telaio a più campate, i cui elementi sono i muri e le solette; in direzione y (trasversale), il sistema strutturale è a pareti collegate tra loro dalla soletta. L’organismo strutturale della tipologia di alloggi B2 è costituito, in direzione x (longitudinale), da un telaio spaziale bipiano in c.c.a. gettato in opera.

 

PROGETTO ESECUTIVO DELLE INFRASTRUTTURE AGGIUNTIVE BALNEARI DEL CENTRO NATATORIO COMUNALE DI PALAZZOLO SULL’OGLIO

Il progetto architettonico e strutturale delle infrastrutture esterne della piscina comunale di Palazzolo ha previsto l’installazione di quattro acquascivoli di vario tipo, di una vasca scoperta per bambini e di alcune strutture di servizio (spazi coperti, servizi igienici, spogliatoi).
Le opere sono state eseguite in più lotti: in primo luogo è stata realizzata una vasca scoperta per bambini e la relativa struttura di servizio; in seguito sono stati realizzati due acquascivoli denominati Foam e Black Cannon e, infine, due acquascivoli denominati Big River e Kamikaze Free Fall e la scala di salita, quest’ultima predisposta di una piattaforma aggiuntiva per l’installazione del quinto acquascivolo (Water Roller Coaster), che il Concessionario prevede di installare in futuro a completamento dell’originario progetto.

 

 
 
 

AMPLIAMENTO DELLA STRUTTURA SANITARIA LA MADDALENA NELL’AMBITO DEL PIANO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL COMUNE DI PALERMO

Il progetto di ampliamento della struttura  sanitaria “La Maddalena” di Palermo prevede la realizzazione di un parcheggio multipiano pertinenziale, di un corpo servizi e di un ponte pedonale di collegamento con la nuova portineria della struttura sanitaria.
Techne studio associato ha elaborato il progetto integrato architettonico, strutturale e impiantistico. Il parcheggio per autovetture, che è realizzato in struttura a quattro livelli, ha requisiti adeguati alle condizioni impegnative di sosta breve a rotazione elevata dell’utenza tipica ospedaliera.
Il corpo servizi è articolato in più livelli con diverse destinazioni specialistiche.
L’edificio è collegato alla struttura sanitaria con una passerella pedonale che scavalca gli spazi pubblici.

 

 
 
 

STRADA DI COLLEGAMENTO DEGLI STABILIMENTI E MANUFATTI DI SCAVALCO DEL TORRENTE NOZZA
VARIANTE AL TRACCIATO DELLA S.P.III CON INSERIMENTO DI INTERSEZIONE A ROTATORIA SU IMPALCATO STRADALE
Località Malpaga di Casto (BS)
Committente: Raffmetal S.p.A.

Progettazione archtettonica preliminare - Archis
Arch. Alfredo Bigogno - Arch. Alessandro Floris

L’intervento è costituito da più parti in relazione tra loro: l’ampliamento dell’esistente complesso industriale, consistente in un opificio di nuova costruzione allacciato funzionalmente agli stabilimenti esistenti, la strada di arroccamento, che collega le unità produttive situate in sponda idrografica destra e sinistra,  i ponti sul Torrente Nozza, la variante alla strada provinciale S.P.III Brozzo – Nozza, l’inserimento di una intersezione a rotatoria su manufatto di scavalco del torrente e, infine,  le opere di difesa spondale.

 
 

Il nuovo edificio industriale, adibito essenzialmente a deposito per forme di alluminio, è una struttura industriale pluriplano, realizzata in conglomerato cementizio armato gettato sito. La struttura dell’edificio, che assolve prestazioni impegnative,dovute ai  carichi di esercizio di notevole entità e alle notevoli dimensioni delle navate,  ha richiesto uno speciale studio strutturale. Una parte del fabbricato è interessata dalla strada di arroccamento su cui transita il traffico pesante di autotreni. L’edificio è protetto nei confronti delle azioni  sismiche previste per il sito dalle più recenti norme.
Il raccordo stradale, tutto interno al lotto industriale, collega tra loro tutte le unità produttive e si inserisce sulla SP III con una intersezione a rotatoria. Lungo il tracciato sono previsti tre manufatti di scavalco.
Un primo ponte, a tre campate, di lunghezza di circa  90 m,  ha  la struttura in elevazione  caratterizzata da un arco in acciaio corten, pile e spalle in conglomerato cementizio armato.  L’impalcato è in struttura mista acciaio corten e calcestruzzo; all’intradosso dell’impalcato stradale è installata una struttura per il  trasporto del materiale semilavorato dallo stabilimento di produzione al deposito.

 
 

Il secondo ponte, che ha una lunghezza di circa 60 m, divisa in tre campate, è realizzato in conglomerato cementizio armato.
I sostegni in alveo sono costituiti da due semplici colonne circolari con mensole, l’impalcato è molto compatto in altezza ed ha l’intradosso piano; i bordi del ponte sono rivestiti con velette inclinate per ridurre ulteriormente l’impatto di prospetto.

 
 

Il terzo manufatto di scavalco è realizzato in un’ansa del torrente; l’impalcato, di  larghezza sufficiente a contenere la rotatoria, è costituito da due campate di circa 18 m,  su muri ad andamento curvilineo. Per la costruzione è stata appositamente progettata una trave in calcestruzzo armato precompresso a sezione variabile in larghezza.
La nuova viabilità interna al complesso industriale è allacciata alla S.P. III con una intersezione a rotatoria, di diametro 35 m, a tre bracci. L’inserimento della rotatoria ha richiesto la rettifica del tracciato della strada provinciale per una lunghezza di circa 300 m, con un rettifilo in approccio alla nuova intersezione.
L’impatto delle nuove infrastrutture è stato attentamente valutato e sono stati adottati vari accorgimenti costruttivi, atti a conseguire, nel loro complesso, una sostanziale mitigazione degli effetti di inserimento  nel contesto ambientale.

 
 
   
techne studio associato di ingegneria  
 
ultimi progetti realizzati studio techne
Committente: Freccia Rossa S.r.l. – Coimpredil S.p.A

techne studio freccia rossa In collaborazione con un team di progettazione internazionale abbiamo affrontato il tema della progettazione strutturale di un complesso commerciale pluripiano, edificato in un’area industriale dismessa, collocata nel  centro della città. Il nostro studio ha fornito la progettazione esecutiva e costruttiva di tutte  le strutture.

Il complesso è un agglomerato di sette corpi di fabbrica, di cui alcuni riproposti nell’originale architettura industriale, che sono stati suddivisi in piani con destinazioni diverse e sovrapposte.

I piani interrati sono destinati ai parcheggi; al di sopra si collocano una multisala cinematografica, un centro benessere con piscina e sale di attività.  E’ stato necessario inglobare, all’interno del complesso, una strada urbana di penetrazione al centro città, realizzando la galleria commerciale al di sopra e i parcheggi al di sotto della strada.

Ne è derivata una forma strutturale molto irregolare e complessa, alla quale era necessario dare i necessari requisiti di resistenza sismica, sulla base della  classificazione del territorio comunale e delle più recenti norme sismiche.

 

techne studio freccia rossa
 
freccia rossa shopping centre
 

Per conseguire i tempi di costruzione richiesti dagli investitori, abbiamo combinato diverse tecniche costruttive per sovrapporre le produzioni: le fondazioni e le opere di sostegno sono state realizzate in opera; abbiamo progettato un elemento modulare di solaio in calcestruzzo precompresso, prefabbricato in stabilimento, assemblato con travi e pilastri in calcestruzzo, anch’essi prefabbricati, unitamente a solai a piastra realizzati in opera. 

Al di sopra della galleria abbiamo progettato strutture in acciaio per la copertura di forma variabile.

Il reticolo delle strutture verticali è stato scomposto da piano a piano per consentire gli allestimenti delle varie aree senza ingombri strutturali. La progettazione esecutiva e costruttiva di tutte le parti strutturali e delle loro unioni, in calcestruzzo normale e precompresso e in carpenteria metallica, realizzate in opera e in stabilimento, è stata  eseguita tutta all’interno del nostro studio.

Questa impostazione progettuale ha consentito di costruire in quindici mesi la struttura per complessivi 153.000 m2 e 610.000 m3 e  per un importo di circa 32 milioni di euro.

 

techne studio associato di ingegneria  

ultimi progetti realizzati studio techne

E’ un Impianto idroelettrico ad acqua fluente, che sarà realizzato sul fiume Aniene, in località Ponte Lucano.
La progettazione generale e idraulica è dello Studio Associato Ingg. Frosio – Brescia.

Le caratteristiche geotecniche del terreno e la necessità di mitigare l’impatto ambientale dell’opera  hanno richiesto la realizzazione della maggior parte delle opere in sottosuolo. Abbiamo progettato i pali di grande diametro per tutte le fondazioni e le opere di sostegno del terreno consistenti in paratie e muri, la  struttura della traversa di sbarramento del fiume, le strutture delle opere idrauliche dei canali  di carico e scarico e le strutture della centrale in alveo.
Lo studio è stato condotto con applicazione delle più  innovative norme tecniche per costruzioni in  zona sismica.

 

techne studio associato di ingegneria  

ultimi progetti realizzati studio techne

Committente: Autostrade Centro Padane
Lo studio Techne ha curato la progettazione esecutiva delle opere d’arte destinate alla realizzazione della terza corsia della strada statale 45 bis (tangenziale di Brescia)  in corrispondenza dell’accesso al casello di Brescia Centro, quali gli ampliamenti dei sottopassi esistenti, le strutture di sostegno dei rilevati e di arredo stradale. Le nuove strutture sono resistenti al sisma.

techne studio progetti strutturali

 

techne studio associato di ingegneria  

ultimi progetti realizzati studio techne

Committente: Comune di Gardone Riviera
In collaborazione con il Consorzio dei Comuni della Sponda Bresciana del Lago di Garda e del Lago d’Idro abbiamo progettato il sistema strutturale per la realizzazione di un percorso pedonale a lago, dal porto di Fasano a via Portizzolo, con particolare attenzione all’inserimento nel contesto ambientale.

techne studio

techne studio associato di ingegneria  

ultimi progetti realizzati studio techne

Il nostro studio ha curato l’intero ciclo progettuale ed esecutivo del nuovo Centro Natatorio Comunale, dalla proposta preliminare formulata dal Promotore Spazio Sport One nel corso dell’anno 2005 fino alla completa realizzazione dell’opera, che è stata inaugurata nel mese di luglio 2008.  
Abbiamo seguito la procedura di project financing,  realizzando l’opera di proprietà dell’Amministrazione Comunale  con capitale privato, in un quadro economico di progetto che non ha richiesto aggiustamenti o varianti, nel rispetto dei tempi procedurali e di costruzione previsti.

La concezione e la qualità dell’impianto è in linea con le attuali tendenze: ampia sala con tre vasche, in rapporto con l’ambiente esterno, servizi e spogliatoi  adeguati alle necessità di utenti diversamente abili  e di ogni età, contenimento dei consumi energetici, impianti d’eccezione per la  depurazione dell’acqua e il controllo del clima.

 Dal punto di vista costruttivo abbiamo progettato  un sistema strutturale misto in calcestruzzo prefabbricato, acciaio e legno. La progettazione costruttiva in capo al nostro studio ha consentito di produrre contemporaneamente in tre stabilimenti le strutture, conseguendo un notevole risparmio dei tempi di realizzazione dell’opera.

Il tetto, che ha luce di 40 m, è motorizzato e scorre sulla copertura del corpo servizi; in tale modo il piano vasca è completamente esposto al sole. Anche i serramenti perimetrali del piano vasca, di nostra progettazione, sono interamente apribili e motorizzati.

techne studio

 
techne studio associato di ingegneria  

ultimi progetti realizzati studio techne

Committente: Comune di Salò

In collaborazione con l’Ufficio Tecnico del Comune di Salò abbiamo progettato il sistema strutturale per la realizzazione di un percorso pedonale a lago, con particolare attenzione all’inserimento nel contesto ambientale.  All’interno del percorso sono stati realizzati due ponti pedonali, di luce 18 m, strallati. I materiali impiegati sono acciaio e legno, con pali di fondazione

techne studio

techne studio associato di ingegneria

ultimi progetti realizzati studio techne

Committente: Eredi Gnutti Metalli S.p.A.
Il nostro studio ha progettato le strutture delle opere speciali in cemento armato e delle fondazioni dei forni di colata continua della nuova fonderia, in collaborazione con  Architetti & Ingegneri Associati di Brescia.

 

techne studio associato di ingegneria

ultimi progetti realizzati studio techne

Committente: Società Canottieri di Salò
Per conto della Società Canottieri Garda di Salò abbiamo eseguito la revisione del progetto e il collaudo statico del sistema di vincolo a terra del molo galleggiante del porto; il manufatto, che è stato realizzato in conci di calcestruzzo armato precompresso, ha dimensioni di 7 m (larghezza), 40 m (lunghezza) e 3 m (altezza). Il vincolo  deve garantire che il molo galleggiante, per effetto del moto ondoso, non si sposti verso terra, ma, nel contempo, deve consentire gli spostamenti verticali e le rotazioni del molo, per effetto delle onde e delle variazioni di livello del lago. La revisione del progetto ha richiesto una analisi accurata delle azioni esercitate dal mare sul manufatto.

 

techne studio associato di ingegneria

ultimi progetti realizzati studio techne

techne progetti strutturaliCommittente: Città di Salò
A seguito del terremoto del 24 novembre 2004 il palazzo comunale ha subito importanti danni strutturali, che ne hanno compromesso la funzionalità. In collaborazione con l’Ufficio Tecnico Comunale e di concerto con la Sovrintendenza dei Beni Culturali,  abbiamo progettato la riabilitazione statica e il miglioramento della capacità di resistenza alle azioni sismiche.
L’ edificio, che è stato costruito in muratura nel XVI secolo, presentava ampie lesioni nelle pareti e scorrimento tra i solai. Una approfondita indagine diagnostica ha consentito di individuare le vulnerabilità della fabbrica e, quindi, mettere in atto provvedimenti strutturali  mirati ed efficaci, quali il ripristino di catene interne alle murature, che avevano perso la loro originaria capacità portante. Le nostre prestazioni hanno riguardato sia il progetto che la direzione dei lavori del consolidamento strutturale. Le opere sono state completate nei tempi previsti e nel rispetto del quadro economico di progetto.

 

techne studio associato di ingegneria

ultimi progetti realizzati studio techne

techne progetti strutturaliNel Comune di Provaglio di Iseo abbiamo progettato il Centro Natatorio Comunale in località Fantecolo, applicando la procedura di project financing. Il nostro studio ha curato tutte le fasi di progettazione e realizzazione, dalla proposta preliminare formulata dal Promotore Spazio Sport  nel corso dell’anno 2003,  fino alla completa realizzazione dell’opera, che è stata inaugurata nel mese di giugno 2005.

L’opera, che è di proprietà dell’Amministrazione Comunale, è stata realizzata secondo i costi e i tempi previsti in progetto, con piena soddisfazione di tutti i soggetti coinvolti. Le caratteristiche principali dell’impianto sono comuni a tutte le nostre realizzazioni dello stesso periodo: ampia sala con tre vasche, con pareti interamente vetrate, servizi e spogliatoi adeguati alle necessità di utenti diversamente abili e di ogni età, contenimento dei consumi energetici, impianti di alto livello per la  depurazione dell’acqua e il controllo del clima.

techne studio progetti strutturaliAbbiamo progettato un sistema strutturale misto in calcestruzzo prefabbricato, acciaio e legno. La progettazione costruttiva interamente svolta dal nostro studio ha consentito di produrre contemporaneamente in tre stabilimenti le strutture, conseguendo una positiva contrazione dei tempi di costruzione.

Il tetto, che ha luce di 40 m, è motorizzato  e scorre sulla copertura del corpo servizi; in tale modo il piano vasca è completamente esposto al sole.
Anche i serramenti perimetrali del piano vasca, di nostra progettazione, sono interamente apribili e motorizzati. L’impianto, nella stagione estiva, assume un assetto completamente scoperto.

 

 

 

techne studio associato di ingegneria

techne progetti

techne progetti strutturali

In collaborazione con lo studio di ingegneria idraulica ingg. Frosio di Brescia, abbiamo analizzato lo stato di sforzo e gli spostamenti di un tratto di 550 m della condotta forzata da 1000 mm dell’impianto idroelettrico di Perreres. La condotta forzata è collocata su un versante in frana, la cui stabilità è stata sottoposta ad indagini, proposte ed interventi fin dal 1970.
L’affidabilità dei risultati dell’analisi numerica, elaborata dal nostro studio con programmi agli elementi finiti, ha portato il gestore della centrale idroelettrica alla decisione di  svincolare la condotta dal vertice V15, che fu oggetto di interventi di ancoraggio falliti per la progressiva intensità dei movimenti del terreno. Attualmente la condotta, che è in esercizio, risulta per tutta la sua lunghezza semplicemente appoggiata al terreno.

techne studio progetti strutturali

techne studio associato di ingegneria

techne progetti

techne progetti strutturali

Nel Comune di Ghisalba abbiamo progettato il Centro Natatorio Comunale, applicando integralmente la procedura di project financing. Il nostro studio ha curato tutte le fasi di progettazione e realizzazione, dalla proposta preliminare formulata dal Promotore Spazio Sport  nel corso dell’anno 2002, fino alla completa realizzazione dell’opera, che è stata inaugurata nel mese di luglio 2004.

L’opera, che è di proprietà dell’Amministrazione Comunale, è stata realizzata nel rispetto del quadro economico e del cronoprogramma previsti in progetto.
Le caratteristiche principali dell’impianto sono comuni a tutte le nostre realizzazioni dello stesso periodo: ampia sala con tre vasche, con pareti interamente vetrate, servizi e spogliatoi adeguati alle necessità di utenti diversamente abili e di ogni età, contenimento dei consumi energetici, impianti di alto livello per la  depurazione dell’acqua e il controllo del clima.
Abbiamo applicato il  sistema costruttivo già progettato per altri interventi, che si compone di elementi  strutturali in calcestruzzo normale e precompresso, acciaio e legno, realizzati in cantiere e prefabbricati.

La progettazione costruttiva interamente svolta dal nostro studio ha consentito di produrre contemporaneamente in tre stabilimenti le strutture, conseguendo una positiva contrazione dei tempi di costruzione. Il tetto, che ha luce di 40 m, è motorizzato  e scorre sulla copertura del corpo servizi, scoprendo completamente le vasche. Anche i serramenti perimetrali del piano vasca, di nostra progettazione, sono interamente apribili e motorizzati.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

Committente: Consorzio Eco 15 di Reggio Emilia
Abbiamo progettato la struttura degli edifici di edilizia economico popolare del comparto E, per complessivi 58.000 m2 . L’organismo strutturale si compone di solai a piastra senza capitelli ed è calcolato per resistere al sisma previsto per il sito dell’intervento.

techne progetti strutturali

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

Committente: Immobiliare Strona
Per le strutture di un complesso direzionale abbiamo progettato un sistema di costruzione composto da elementi prefabbricati in calcestruzzo armato precompresso  e strutture realizzate in opera. I pilastri in calcestruzzo armato sono interamente prefabbricati (sei piani). La particolare conformazione del sito ha richiesto una complessa articolazione fra le strutture di contenimento del terreno, realizzate in opera,  e quelle prefabbricate.

techne progetti strutturali

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

techne progetti strutturaliNel Comune di Osio abbiamo progettato  il Centro Natatorio Comunale, applicando  la procedura di project financing.
Il nostro studio ha curato tutte le fasi di progettazione e realizzazione, dalla proposta preliminare formulata dal Promotore Spazio Sport  nel corso dell’anno 2002,  fino alla completa realizzazione dell’opera, che è stata inaugurata nel mese di luglio 2006. L’impianto, di proprietà dell’Amministrazione Comunale, è stato costruito in sedici mesi e nel pieno rispetto del quadro economico di progetto.

Oltre alle caratteristiche comuni a tutte le nostre realizzazioni dello stesso periodo, si aggiunge una innovativa vasca per l’addestramento al nuoto sub-acqueo: ampia sala con quattro vasche, pareti interamente vetrate, standard elevati per i servizi e gli spogliatoi, attenzione alle necessità degli utenti diversamente abili, dei bambini e degli anziani, accorgimenti strutturali per il contenimento dei consumi energetici, impianti  di alto livello prestazionale per la  depurazione dell’acqua e il controllo del clima. Il  sistema costruttivo, già sperimentato in altri interventi, si compone di elementi strutturali in calcestruzzo normale, calcestruzzo precompresso, acciaio e legno, realizzati in cantiere e prefabbricati.

La progettazione costruttiva interamente svolta dal nostro studio ha consentito di produrre contemporaneamente in tre stabilimenti le strutture, conseguendo una positiva contrazione dei tempi di costruzione.

Il tetto, che ha luce di 40 m, è motorizzato  e scorre sulla copertura del corpo servizi, scoprendo completamente le vasche. Anche i serramenti perimetrali del piano vasca, di nostra progettazione, sono interamente apribili e motorizzati.

techne studio progetti strutturali

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettazione

techne progetti strutturali

Committente: Baglio di Pianetto S.r.l.         

Il nostro studio di ingegneria ha progettato uno stabilimento enologico nel comune di Santa Cristina Gela. La zona di pregio ambientale ha richiesto uno studio approfondito della architettura della nuova fabbrica, che, per la sua potenzialità produttiva (tre milioni di bottiglie all’anno), ha dimensioni ragguardevoli.  La posizione dell’edificio e la sua forma planimetrica sono state scelte anche in funzione delle caratteristiche geomorfologiche del sito, trattandosi di un pendio collinare di natura limosa-argillosa, in corrispondenza di un paleo-lago, in territorio classificato sismico. La soluzione è stata trovata in un cubo,  di quattro piani, parzialmente interrato e inserito nel pendio naturale.

Tre dei quattro livelli funzionali  sono accessibili dalla strada interna alla proprietà. Il quarto livello, cui si accede dal piazzale a monte, accoglie le celle frigorifere per l’immagazzinamento dell’uva e la prima trasformazione.  Al terzo livello sono installati gli impianti di vinificazione e i locali per gli addetti, si accede dal piazzale di mezzo. Al piano sottostante si trovano i depositi e gli impianti di imbottigliamento, si accede dal piazzale inferiore. Il piano completamente interrato  ospita le barriques. Il reticolo strutturale è di 11 x 11 m con interpiani variabili da 4,5 m ad oltre 9 m, solai a piastra in calcestruzzo con carichi permanenti molto elevati per lo stoccaggio dei vinificatori; la copertura è un padiglione di grande luce (33 x 33 m) in acciaio e legno. La struttura è stata progettata per resistere ad un  sisma di seconda categoria, secondo la classificazione  vigente all’epoca della costruzione.

 

techne studio progetti strutturali

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

Committente: Comune di Milano
In collaborazione con l’arch. Leonardo Benevolo abbiamo affrontato il tema della riabilitazione funzionale di una storica struttura milanese, denominata “albergo diurno Cobianchi”, completamente interrata a fianco della Galleria Vittorio Emanuele. Per ridurre il disturbo al traffico di superficie, abbiamo progettato il consolidamento delle fondazioni, dei pilastri e della soletta con modalità costruttive che consentissero di operare al disotto del piano stradale.

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettiNell’anno 2000 l’Amministrazione Comunale ha realizzato il Centro Natatorio Comunale mediante  procedura di project  financing, tra le prime applicazioni in Italia. Il nostro studio di ingegneria ha seguito tutte le fasi della realizzazione, dalla proposta iniziale del Promotore Spazio Sport S.r.l.,  fino alla completa esecuzione dell’opera. Abbiamo predisposto il progetto architettonico e strutturale dell’intervento dalla fase di progettazione preliminare fino alla progettazione  costruttiva. L’opera, che è di proprietà dell’Amministrazione Comunale, è stata realizzata nel pieno rispetto dei tempi e dei costi previsti dal piano finanziario.
L’impianto si inserisce in un parco pubblico nel centro abitato; il suo impatto è stato mitigato dalla composizione architettonica  e dalla ridotta altezza delle strutture.

Per la prima volta sono state adottate le scelte che, alla luce di questa positiva esperienza, saranno applicate in altri interventi: sala ampia con tre vasche destinate a diverse attività (nuotatori, addestramento al nuoto, bambini), pareti vetrate apribili, servizi e spogliatoi  adeguati alle necessità di utenti diversamente abili e di ogni età, contenimento dei consumi energetici, impianti d’eccezione per la  depurazione dell’acqua e il controllo del clima.

Dal punto di vista costruttivo abbiamo progettato un sistema strutturale misto in calcestruzzo, acciaio e legno. La progettazione costruttiva in capo al nostro studio ha consentito di produrre contemporaneamente in due stabilimenti le strutture, conseguendo un notevole risparmio dei tempi di realizzazione dell’opera. Il tetto, che ha luce di 36 m, è motorizzato e scorre sulla copertura del corpo servizi; anche i serramenti perimetrali del piano vasca, di nostra progettazione, sono interamente apribili e motorizzati. Con tali accorgimenti è possibile scoprire completamente il piano vasca.

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

Committente: Gruppo Lombarda S.p.A.

techne progetti strutturaliPer un importante Produttore di manufatti in calcestruzzo abbiamo progettato un componente per coperture a shed che può essere impiegato in campate di 32 m di luce libera. L’elemento raggiunge una resistenza al fuoco di 180 minuti. Per definire la geometria della sezione, che è caratterizzata da un’ala asimmetrica curvilinea, priva di spigoli, è stata studiata, su modelli in scala, la diffusione della luce naturale tra gli elementi accostati. Il risultato è quello di una copertura che diffonde la luce naturale in modo ottimale per le lavorazioni meccaniche e con un pregevole effetto architettonico.

L’analisi strutturale, con modello tridimensionale agli elementi finiti, ha conferito alla sezione una elevata resistenza anche torsionale; in effetti la sollecitazione di tipo torsionale, combinata con quella di taglio, impegna particolarmente questi elementi di grande luce, quando sono destinati a ritenere le alte pareti perimetrali degli edifici industriali; la resistenza della sezione, che è scatolare, comporta deformazioni assolutamente contenute e compatibili con le opere di finitura. Vista la destinazione dell’elemento per ambienti di elevato standard qualitativo si è conferita anche la massima  prestazione di resistenza al fuoco, pari a 180 minuti primi. Il nostro studio ha seguito tutte le fasi  della progettazione, dalla sua ideazione fino alla progettazione costruttiva, oltre ad alcune interessanti applicazioni.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

studio techne progetti strutturaliCommittente: Coimpredil S.p.A.
Centro Commerciale a Warsawa – 2000
Centro Commerciale a Lodz-West – 1999-2000
Centro Commerciale a Lodz – 1998-1999
Centro Commerciale a Gdansk – 1997-1998
Centro Commerciale a Poznan – 1996-1997

Nell’anno 1995 il nostro studio di ingegneria fu incaricato della progettazione strutturale di alcuni edifici commerciali da realizzare nella repubblica polacca, sulla scorta di progetti redatti da vari studi di architettura. Il programma degli interventi, messo a punto dal Committente , richiedeva strettissimi tempi di realizzazione.

La prefabbricazione di elementi in calcestruzzo precompresso non era presente all’epoca in Polonia; ad esempio non era depositata presso l’Istituto Centrale del Ministero la documentazione relativa alle caratteristiche dell’acciaio armonico impiegato nella precompressione dei manufatti. Conseguita la necessaria conoscenza della normativa polacca sulle costruzioni, e presentati i progetti strutturali agli organismi competenti, abbiamo realizzato  il programma degli interventi previsti dal committente, con l’impiego di prefabbricazione foranea delle strutture in calcestruzzo armato precompresso, nei tempi previsti. Complessivamente sono stati realizzati cinque centri commerciali per complessivi  335.000 m2 nell’arco di quattro anni.

 

 
     
     

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

techne studio progetti strutturaliCommittente: Comune di Brescia

Scopo del nostro progetto è stata l’indagine diagnostica e il consolidamento statico del volto in mattoni che sostiene la rampa che conduce al ponte levatoio posto innanzi all’area del mastio Cidneo, all’interno del complesso del Castello di Brescia.

Il ponte, che costituisce l’unico accesso veicolare al  corpo di fabbrica più alto del complesso museale, è un manufatto realizzato in due fasi: dapprima il ponte doveva essere costituito da un impalcato in legname sorretto da travi di legno portate dai due archi in pietra. Successivamente ( dopo che venne realizzata la cinta cinquecentesca) fu costruita la struttura voltata in mattoni, riducendo la luce.

Il volto manifestava distacchi intradossali e lesioni per scarso ammorsamento. Lo studio che abbiamo condotto, a partire dalle indagini diagnostiche dei materiali (mattoni e malta) fino all’esame delle vulnerabilità, ha consentito di individuare i provvedimenti necessari per la protezione dal degrado e per la sicurezza statica del ponte, sottoposto al carico di un automezzo tipico impiegato dai Vigili del Fuoco (200 kN).  Per l’analisi numerica è stato implementato un codice di calcolo agli elementi finiti; la  modellazione tridimensionale era estesa a tutta la volta, al volume di rinfianco e al massetto di pavimentazione. Gli interventi, di natura non invasiva ed economicamente non rilevanti, sono stati eseguiti senza inconvenienti e con il  collaudo positivo del ponte. 

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettazione

Committente: Comune di Brescia
Progettazione e direzione lavori.

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettazione

Committente: Comune di Pozzolengo
Progettazione e direzione lavori

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettazione

Committente: Crystal Palace S.p.A.
Ideazione e progettazione strutturale dei manufatti che compongono l’involucro esterno.

techne studio progetti

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

Committente: Comune di Brescia
Indagini diagnostiche, analisi di vulnerabilità statica, progettazione del consolidamento.

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

Committente: Crystral Palace S.p.A.
Progettazione strutturale.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio associato di ingegneria

studio techne

techne studioCommittente: Università degli studi di Brescia
L’edificio che ospita la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia è un corpo pluripiano con reticolo strutturale di  grandi dimensioni (21 m x 21 m) , resistente a sisma di terza categoria.  Le grandi dimensioni della maglia strutturale, i carichi notevoli sui solai (folla compatta) e la capacità di resistenza all’azione sismica, hanno richiesto l’impiego della precompressione a fili aderenti degli orizzontamenti e della precompressione a barre post-tese delle struttura in elevazione. L’edificio è suddiviso in cinque organismi strutturalmente indipendenti; in quello centrale sono inseriti dei dispositivi dinamici di vincolo provvisorio, per consentire gli spostamenti elastici non sismici e bloccare quelli sismici. Fanno parte dell’opera anche le solette dei laboratori, progettate per carichi puntuali molto elevati e un manufatto scatolare precompresso, destinato a prove di carico di grandi strutture.
Siamo stati incaricati della progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e costruttiva di tutte le strutture. Si è reso necessario progettare manufatti da prefabbricare in stabilimento, oltre a tutte le parti realizzate in opera; complessivamente abbiamo elaborato 1250 disegni.

 

 

techne studio associato di ingegneria

newyork

techne progettiCommittente: Hunt’s Point Marble Inc. New York
L’edificio è stato progettato da Skidmore & Ass.; i rivestimenti in granito delle colonne dei piani nobili della torre richiedevano, in origine, l’esecuzione di una struttura metallica di supporto.  In considerazione dell’altezza delle colonne  e della complessità di forma, è stata scelta la soluzione alternativa proposta dal nostro studio: le lastre e i masselli in granito, tagliati e lavorati, furono posizionati in casseri eseguiti a disegno e ancorati ad un guscio di calcestruzzo con un sistema di nostra ideazione. All’interno del guscio in calcestruzzo furono alloggiati i dispositivi per il montaggio auto-stabilizzante delle colonne.

I manufatti così realizzati, che avevano la forma e il rivestimento richiesto dal progettista, erano pannelli in calcestruzzo autoportanti con rivestimento in granito in lastre o masselli, fiammati e levigati. Trasportati via mare, furono assemblati nell’edificio a New York , con i previsti collegamenti, fino a rivestire interamente tutte le colonne e  senza realizzare strutture metalliche di sostegno.
Il nostro studio si occupò della ideazione e progettazione esecutiva dei manufatti.

techne studio associato di ingegneria

techne studio

Committente: Ministero LL.PP. Provveditorato OO.PP. Regione Sicilia

1996-1998           Aula Grandi Udienze all’interno della Casa circondariale di Trapani
1995-1997           Aula Grandi Udienze all’interno della Casa circondariale di Palermo               
1994–1996          Aula Grandi Udienze all’interno della Casa circondariale di Caltanissetta      
1994–1996          Aula Grandi Udienze all’interno della Casa circondariale di Catania 
All’interno delle Case circondariali furono eseguiti importanti interventi per la realizzazione, in tempi ristretti, delle Aule Grandi Udienze .  Gli edifici  furono realizzati con componenti prefabbricati di grandi dimensioni, con resistenza al sisma.
Il nostro studio curò la progettazione strutturale, anche costruttiva in stabilimento.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettazione

techne studio progetti2005                      Nuova palazzina RSA e centro diurno integrato – Verolanuova  (Brescia)     
                              Committente: Fondazione Gambara –Tavelli
2000–2001           Struttura protetta per anziani – Favaro Veneto (VE) Committente: Sviluppo Iniziative Territoriali S.p.A.

1998–1999           Struttura protetta per anziani – Santena (TO)
                             Committente: Sviluppo Iniziative Territoriali S.p.A.
                               
1998                       Struttura protetta per anziani, Residenza Anni Azzurri – Monza (MI)
                                Committente: Sviluppo Iniziative Territoriali S.p.A.
                               
1995–1996           Struttura protetta in via Lama – Brescia
                                Committente: I.P.A.B.
Progettazione strutturale per residenze protette per anziani.

techne studio associato di ingegneria

techne studio

studio techne progetti strutturali1998                       Parco della Standiana – Svincolo stradale fra SS16 e SP101 – Secondo sottovia
                                Committente: Provincia di Ravenna
1992                       Impalcato del sottovia ad Avola (Siracusa) - Committente: Avola S.c.r.l.

1993                       Impalcato del viadotto di 31 campate sulla Strada Intercomunale Petraia
                                Svincolo autostrada Palermo - Catania ad Avola (Siracusa) -
1993                       Impalcato del viadotto di 42 campate sulla Strada provinciale Marsala - Aeroporto di Trapani da sez. 98  a sez. 124

Progettazione strutturale preliminare, definitiva, esecutiva e costruttiva di stabilimento.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio

2004                       CNR - Pareti prefabbricate per nuovo padiglione dell’area di ricerca – Pisa
2002 – 2003         Edificio industriale Penta Levigature - Casalgrande (Reggio Emilia)
2002 – 2003         Edificio industriale Prontofoods S.p.A. – Montichiari (Brescia)
2002 – 2003         Edificio industriale Acea Costruzioni S.p.A. - Cavezzo (Modena)
2002 – 2003         Edifici industriali Immobiliare Bosnasco - Stradella (Pavia)
2002 – 2003         Edificio industriale Immobiliare Alex – Cassano Magnago (Varese)
2001 – 2002         Edificio industriale Sambonet - Casalino (Novara)
2001 – 2002         Deposito laminazione acciai speciali - Ghedi (Brescia)
2001 – 2002         Magazzino e deposito Camoter – Cazzano di Tramigna (Verona)
2001 – 2002         Edificio industriale Impresa B.P.M.. - Montichiari (Brescia)
2000                       Edificio industriale Bottoli Arturo - Bussolengo (Verona)
1995                       Rustici industriali per le imprese artigiane a Misilmeri (Catania) – Impresa Grassi
1992                       Piano per insediamenti produttivi – Comune di Lumezzane (Brescia)
1990 – 1991         Fabbricati industriali e direzionali a Ginevra (Svizzera)
Edifici realizzati con componenti prefabbricati.
Progettazione strutturale preliminare, definitiva, esecutiva e costruttiva di stabilimento.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio progettazione

studio techne1996                       IACP - Intervento a S. Margherita (Palermo) – 100 alloggi
1995                       IACP - Intervento ad Alcamo (Palermo) – 40 alloggi
1994                       IACP - Intervento a Castelvetrano (Palermo) – 40 alloggi
1993                       IACP - Intervento a Trabia  (Palermo) – 65 alloggi
1992                       IACP - Intervento a Porto Empedocle (Palermo) – 24 alloggi
1992                       IACP - Intervento a Partinico (Palermo) – 108 alloggi
1991                       IACP - Intervento a Porto Empedocle (Palermo) – 140 alloggi
1992                       IACP - Intervento a Trapani – 84 alloggi
Edifici pluripiano realizzati con struttura prefabbricata composta da pilastri, solai­ e muri di taglio. I componenti sono  solidarizzati tra loro mediante l’utilizzo di cavi post-tesi in opera. Si tratta di un sistema costruttivo che consente un notevole risparmio di costi e  tempi di costruzione ed è adatto anche per realizzazioni in zona sismica di forte intensità. Abbiamo eseguito la progettazione strutturale preliminare, definitiva, esecutiva e costruttiva di stabilimento.

studio techne

techne studio associato di ingegneria

techne studio

2002 – 2003     Centro commerciale a Gavardo (BS) – Gruppo Lombarda S.p.A.
1999 – 2000     Centro commerciale via SS. Annunziata - Lucca – C.I.B. 95 S.p.A
1999 – 2000     Centro commerciale via Padova - Brescia – C.I.B. 95 S.p.A
1988 – 1990     Ipermercato a Vimodrone – Gruppo Rinascente
Centri commerciale con destinazioni integrate e sovrapposte (parcheggi, gallerie commerciali, ecc.).
Edifici pluripiano antisismici, con strutture in calcestruzzo, realizzate in opera e in stabilimento.
Abbiamo progettato le strutture dalla fase preliminare fino a quella costruttiva, assemblando vari tipologie di materiali e manufatti (in acciaio, in calcestruzzo in opera  e in stabilimento).

studio techne

techne studio associato di ingegneria

techne studio

1999                       Palestra e auditorium – Scuola media di S. Giuseppe di Jato (Palermo)
                                Provveditorato OO. PP. Regione Sicilia
1998                       Ampliamento del complesso scolastico, corpo Didattica, AulaMagna e Uffici – Rovato (Brescia)  Provincia di Brescia
1998                       Nuova sede dell’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri – Darfo B. T. (Brescia)
                                Provincia di Brescia
1998                       Ampliamento dell’Istituto Tecnico Commerciale – Darfo B. T. (Brescia)
                                Provincia di Brescia

Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e costruttiva di tutte le strutture.

 

techne studio associato di ingegneria

techne studio

Committente: Ministero dei Trasporti – Direzione Generale della M.C.T.C.
1987 – 1990        Nuova sede della Motorizzazione Civile per la provincia di Milano
1987 – 1990        Nuova sede della Motorizzazione Civile per la provincia di Arezzo
Edifici pluripiano in prefabbricazione integrale.
Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e costruttiva di stabilimento di tutte le strutture.

techne studio associato di ingegneria

techne studio

  • Centro Imprese Sviluppi industriali - laboratori artigianali (Catania);
  • Snamprogetti - Stabilimento Inca International, Origgio (Varese);
  • Otomelara (Bari);
  • Breda Meccanica (Brescia);
  • Polenghi Lombardo (Lodi);
  • Necchi (Pavia);
  • Magazzini Cassa di Risparmio Provincie Lombarde (Pavia);
  • Beirsdorf, Capriate (Bergamo);
  • Dalmine S.p.A., Dalmine (Bergamo);
  • Henriette, Castenedolo (Brescia);
  • Offcine Meccaniche Calabrese (Bari);
  • Cameo, Desenzono del Garda (Brescia);
  • Ovattificio Valle Olona , Olona (Varese);
  • S.C.I.B., Brescia;
  • F.lli Guarda, Paitone (Brescia);
  • Industrie Pasotti S.p.A., Sabbio Chiese (Brescia);
  • Marsicia S.r.l. - Capannone industriale, Carini (Palermo);
  • Autoparco comunale a Valderice (Trapani);
  • Ditta Olmer S.r.l. - Capannone industriale a Carini (Palermo);
  • S.I.A.S. - Capannone industriale a Sciacca.

techne studio associato di ingegneria


 

techne studio associato vicolo dell'anguilla 55 brescia
 
techne progetti strutturali techne studio contatti studio techne curriculum ing antonio girelli zubani e ing abramo mensi techne studio home page
scarica pdf elenco completo progetti studio ingegneria techne